Scopri i “MOOC”, usa il tuo tempo nel migliore dei modi.

Standard

Come avete letto nel titolo, in questo post si parla dei “MOOC” Cosa vuol dire?

Immagine
Massive Open Online Courses

Una nuova tendenza nata negli USA sta spopolando, in cosa consiste?
I MOOC sono dei corsi online forniti da prestigiose università, in modo totalmente gratuito e aperto a tutti.
La particolarità di questi corsi è che si possono seguire da qualunque parte del mondo, quando si vuole, senza limiti. Le scadenze sono utili se si vuole prendere un certificato che attesti la frequenza al corso appena svolto, varia da università a università la modalità di invio dei certificati, in alcuni basta la sola iscrizione al corso, in altri serve finire i compiti assegnati (Di solito settimanalmente) in tempo, in alcuni altri invece si deve effettuare un punteggio minimo per avere il certificato.

 

La maggior parte di questi corsi sono in lingua inglese, ed è ottimo frequentarli per migliorare sempre di più la lingua, altri sono in spagnolo e italiano (Pochi a dir la verità) ma si possono anche trovare in altre lingue.

Non bisogna perdere nessuna occasione per migliorare le proprie competenze, e farlo usufruendo di questi servizi incredibili sarebbe perfetto, sono presenti centinaia di corsi, delle più svariate tipologie, basta scegliere quello che incuriosisce di più, e fare più corsi contemporaneamente non sarebbe una brutta idea!

Qui sotto inserirò qualche link e qualche breve descrizione per le migliori piattaforme su dove scegliere i corsi.

Ricordiamo che non è assolutamente una perdita di tempo, i corsi sono esattamente identici a quelli fatti in aula, con l’unica differenza di non poter partecipare in diretta. (Potete interagire con docente e alunni nei blog e forum che vi verranno forniti).
Ricordate che leggere MIT, Harvard, Oxford, Stanford e molti altri nomi prestigiosi sul proprio curriculum è sicuramente un punto in più per favorire la vostra assunzione rispetto ad altri che non ce l’hanno!

Uno dei più completi, tantissimi corsi, puoi selezionarli per lingua o per interesse. Qui troverete i corsi delle università più importanti del mondo!

Al pari di coursera vanta uno dei migliori database di corsi che si possono trovare online!

  • OpenupEd

    Sito più Europeo, non aggiornatissimo, ma comunque un utile strumento per cercare corsi online!

Vanta 725 corsi online gratis, vedere per credere

Sito Australiano, non molto fornito ma con corsi interessanti!

Vuoi imparare a programmare nei vari linguaggi informatici? Niente di meglio che Codecademy, per praticare costantemente a livelli eccellenti.

Qui giù troverete altri siti da scoprire se volete Cercare altri corsi online:

Saylor,

Udemy,

iTunes education,

Stanford university

Berkeley,

MIT open courses,

Duke university,

Harvard Open courses

UCLA extension,

Yale courses,

Open Learning Initiative.

Non stare con le mani in mano, crea il tuo futuro, parti da qui!

 

Curriculum se non sei laureato!

Standard

ImmagineFortunatamente, il successo della propria vita e carriera non è legata soltanto all’aver ottenuto una laurea, guarda l’esempio di Bill Gates e Steeve Jobs (Vedi la foto), Mark Zuckerberg, e molti altri, loro hanno scelto di seguire il business e non la competizione universitaria. Evidentemente questa decisione ha portato benefici enormi.

Ma anche tu puoi fare lo stesso?

Molti datori di lavoro potrebbero scartarvi a priori senza una laurea, certamente ci sono invece quelli che ricercano i talenti puri, e non quelli pieni di lauree ma senza un briciolo di intraprendenza.

Molti datori di lavoro ricercano gente con carattere, e l’istruzione non sarà cosi tanto importante.

Quindi non ti preoccupare se non hai una laurea (O ancora sei in procinto di prenderla).

Qui in ogni caso troverai alcuni consigli per il tuo curriculum,

 

Inserisci la tua carriera lavorativa prima dell’istruzione 

I datori di lavoro vogliono veramente vedere se sei efficiente nel lavoro, nonostante la tua istruzione ad alti livelli sia assente o incompleta.La cosa migliore che puoi fare è quella di dimostrare cosa hai raggiunto, anche se hai svolto dei progetti, piuttosto che veri e propri lavori retribuiti

Se fai una buona impressione all’inizio del tuo curriculum, incoraggerai il lettore a continuare a conoscerti.

Aggiungi lo sviluppo professionale.

Questo potrebbe darti dei plus non indifferenti, il vantaggio enorme che puoi avere è quello di dimostrare che sei intraprendente e molto aggiornato (questo vale specialmente per i settori IT).

Dimostrare che hai anche svolto dei corsi per imparare un nuovo lavoro, o aggiornarti su ciò che stai facendo, denoterà la tua voglia di fare e di imparare!

Includi l’istruzione parzialmente completa

 

Se stai completando la tua istruzione, o anche se ce l’hai incompleta, mostralo nel tuo curriculum, potrebbe esserti utile per le parole chiave.

Manda il tuo curriculum ai decisori chiave dell’azienda, non alle risorse umane

I decision makers non daranno molta importanza alla sola istruzione, le risorse umane lo faranno, quindi valuta per bene e non mandare curricula a caso per il web!

Chiaramente ci sono dei lavori in cui è richiesto realmente un grado di istruzione elevato (medici, avvocati,ingegneri) ma voi mandate comunque, ogni tentativo può essere quello buono!!

Prova

Standard

Se questo fosse un corso di inglese convenzionale, prima ti farei delle mirabolanti premesse di imparare la lingua in un mese con delle lezioni intensive di grammatica e lessico. Poi ti farei l’esame calibrato sul corso e ti farei credere che adesso sai l’inglese.

Io qui sto facendo il contrario, ti sto dicendo che ci metterai anni per assimilare bene la lingua. È l’unico modo per imparare l’inglese così bene che nemmeno un londinese capirà che un testo l’hai scritto tu e non un madrelingua.

Questo è un altro problema dell’inglese scolastico: non è quello che si parla nella vita di tutti i giorni. Come in italiano anche in inglese le regole grammaticali vengono infrante nel linguaggio moderno, ad esempio:

  • Il present perfect è spesso sostituito dal simple past: “have you seen that movie” diventa “did you see that movie”;
  • La persona viene omessa nel linguaggio parlato quando si intuisce dal contesto (soprattutto nelle frasi negative): “I  blessed”;